Applicazione del metodo Montessori

iogrande5

 

Quando mi ha detto:

mamma, andiamo a fare la spesa?

Non avrei certo pensato che la spesa la voleva far davvero lei e ho sperato fino all’ultimo di non dovermi portare appresso quel mucchietto di plastica.

E invece, ha preso il suo carrellino rosa, ci siamo infilate in ascensore e avviate sul marciapiede verso il supermercato.

Pensavo si sarebbe stancata e invece si comportava esattamente come se la spesa l’avesse sempre fatta lei.

La gente che la vedeva per strada  la incitava con complimenti vari:

 

ma come sei brava, aiuti la mamma?

Il ciuccio lo dai a me?

Nessun cenno, ma dritta verso il supermercato.

Entriamo e comincia a caricare il carrello.

 

iogrande4

 

 

Le dico, Viola, devi prendere solo le cose che ti dico io, va bene?

E così, con cura certosina, infilandosi dentro gli scaffali pur di riuscire a portare a sé pane e latte, il carrello lo ha riempito così tanto da doverlo spingere nel vero senso della parola.

 

iogrande3

 

In più, una volta giunte alla cassa, si è pure preoccupata di scaricare la merce sul rullo.

 

 

iogrande2

 

Che dire, visto il risultato di questa esperienza, sto pensando seriamente di acquistare uno stendi biancheria da bambina ….

 

Perché no?

Lucio Battisti

In un grande magazzino una volta al mese 

Spingere un carrello pieno sotto braccio a te 

e parlar di surgelati rincarati 

far la coda mentre sento che ti appoggi a me 

iogrande

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr

1 Comment

  1. che donnaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*