L1080555

Copia di foto 2-2

A Monza ci passo diverse volte la settimana per lavoro e ogni volta che lascio alla mia sinistra questa rigogliosa e colorata distesa di verde, il pensiero è che ci devo assolutamente  tornare.

 

E  finalmente, la volontà ha superato la consuetudine del sabato e in meno di un’ora eravamo sul posto (da Bergamo).

Mi sono impressionata di fronte all’estensione del parco, alla bellezza della Villa Reale (che sta ospitando attualmente la mostra di De Chirico  e del fotografo Steve McCurry), allo splendore della vegetazione e alle maestose e anziane piante provenienti da tutto il mondo.

 

L1080548

L1080530

Tra queste, due di loro le più datate, le Querce Gemelle, a cui assolutamente si deve fare visita.

Tronchi intrisi di vita passata, alberi che sono resistiti silenziosamente al tutto.

 

Una peculiarità che ha reso famoso il Parco di Monza nel mondo nei suoi duecento anni di vita è costituita dal vasto campionario di alberi, quasi un collage di un’opera d’arte naturalistica. Nel Parco infatti si può ammirare una varietà di essenze di elevato pregio. Alcune di esse sono considerati dei veri e propri monumenti naturali. CONTINUA A LEGGERE 

 

L1080560

L1080559

 

La giornata di sole era sensazionale, ideale per camminare tra il fruscio delle foglie dorate, per catturare l’autunno, per fare jogging, per portare i cani a passeggiare, per fare un giro a cavallo, per sentirsi parte integrante del verde e per accoccolarsi ai piedi degli immensi tronchi e stare così, semplicemente.

 

L1080561

 

 

C’è un punto di noleggio biciclette e risciò.

 

 

foto 1

 

L1080536

 

L1080535

L1080537

 

Non manca nemmeno una giostra per bambini all’ingresso del parco da Vedano al Lambro (dove abbiamo parcheggiato) e un parco con giochi di legno diversi dal solito.

 

L1080572

 

 

L1080568

 

 

C’è ristorazione e sentieri per tutti. Zero difficoltà.

Consiglio a chi abita nelle vicinanze una gita il prima possibile.

Noi ci torneremo sicuramente, anche perché Steve McCurry non me lo voglio perdere.

 

 

L1080566

L1080546

L1080545

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr