Cara Santa Lucia

 

 

Questo che leggete è un nuovo post di SUB-NEWS

 

Cara Santa Lucia, caro Babbo Natale & cara Befana,

vi  ricordate ancora di me ?

 

Forse no perché è passato tanto tempo da quando ricevevo i vostri regali , però sono sicura che da qualche parte sotto una coltre di polvere,  e mi piacerebbe sapere dove, conservate ancora le mie letterine…….

Erano scritte su fogli che arricchivo con disegni e stickers per renderli più belli, come se da questi  dipendesse la vostra scelta dei bambini destinatari dei regali, magari pochi eletti, pur sapendo che tutti vengono accontentati.

 

A quell’età si desiderano tanti giochi e cose dolci e buone che solo a dicembre si trovano.

 

L’agitazione con cui si andava a letto la sera prima e la curiosità ed euforia della mattina al risveglio, sapendo di trovare tante cose nuove e desiderate, sono ancora presenti nella mente e nei ricordi di tutti quanti l’hanno vissuto.

Anche oggi la si rivive , ma da un’altra prospettiva , quella del genitore, far vivere le nostre stesse belle sensazioni e situazioni ai nostri figli, perché questa tradizione per fortuna, è ancora presente, e diffusa , quindi finchè sono piccoli è bello tenerla viva.

 

Stessa chiesa dedicata alla Santa, nel primo caso, stesso stupore e ansia che si legge sui volti dei piccoli quando si recano in silenzio a portare la famosa letterina dei desideri.

Già perché i sentimenti sono una delle poche cose importanti che non sono cambiati di generazione in generazione !

Quest’anno anche io voglio chiederti qualcosa (!): ti chiedo di aiutarmi nel mio sogno :

arricchire la mia “scatola della vita” , come la chiamo io .

Un contenitore in cui ogni tanto bisogna gettare lo sguardo , meglio se con occhio critico, e avere il coraggio di buttare qualcosa che è inutile e aggiungere solo l’indispensabile.

 

Cose fondamentali , quelle che ci fanno essere riconoscenti di essere vivi !

 

Non sempre è facile separarsi da idee, convinzioni, sentimenti, a volte non se ne ha il coraggio  , ma se siete come me che , a volte, cambio idea come tira il vento , il contenitore muta di giorno in giorno o di settimana in settimana, diventando sempre più affine a come lo si immagina nei propri sogni .

Piccoli cambiamenti che sommati tra loro ti fanno guardar con soddisfazione la tua “creatura” , avendo fiducia in se’ stessi .Rendersi conto così di poter riuscire a trasformare quella vita che è solo tua e sulla quale solo tu puoi agire per renderla migliore.

 

Non conta  ciò che si ha ma quello che si è nel profondo e che solo noi sappiamo .

 

Aiutaci ad affrontare la vita con curiosità trovando la via giusta per arricchirla e renderla più intensa e interessante.

 

Grazie per aver reso questa tradizione così gioiosa anche per noi adulti che attraverso Voi, ci trasformiamo per una notte in maghi che dispensano gioia ai nostri cuccioli.

 

Silvia

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn