Collane allegre per bambini?

 

Collane 12

 

Già mercoledì.

Tutto procede secondo i rintocchi del tempo.

Sveglia alle 5.30.

SVEGLIA

fase uno: 30 minuti tutti dedicati a darmi una svegliata oltre al restauro certosino davanti allo specchio;

fase due: apparecchio e preparo la colazione per tutti (che naturalmente non è uguale per nessuno dei tre e, proprio per questo motivo, ci impiego più di 5 minuti solo x porre su ogni tovaglietta il giusto corredo…. e se la famiglia fosse più numerosa? Non oso immaginare il casino);

fase tre: accendo il PC  e pubblico, se l’ho preparato già, il post della giornata; poi faccio un giro nei miei blog preferiti sorseggiando Tè bollente e mangiando una o due fette di crostata; poco dopo, sarà la volta dell’immancabile e personalissima tazzina di caffè che mi colorerà l’ugola e la giornata.

fase quattro: porto Otto al parco, un saluto senza voce all’uomo buffo con cane pirla come il mio e poi di nuovo a casa.

fase cinque: entro in casa con la speranza che nel frattempo Viola si sia svegliata di sua spontanea volontà, ma questo succede solo la domenica e quindi farei bene a smettere di sperare (almeno questa cosa).

E così, passo all’attacco, alzo la prima tapparella …. niente, alzo la seconda …. comincia  a dare i primi segni di vita. Mi defilo e la lascio qualche minuto ancora, giusto il tempo di preparare il cibo a Otto e di salutare Lui che se ne va.

 

SETTE

 

A questo punto sono le sette e devo agire:

-V I O L A !!!!-

Eccola, con gli occhi appiccicaticci e quel sorriso meraviglioso.

Un sogno, ogni volta che la vedo.

Appena sveglia Viola dice sempre due cose: “calzi” (vuole che le metta i calzini) e “colazione”.

Ed è quello che farà per una buona mezz’ora. La colazione intendo.

Nel frattempo io rassetto camera, divano e cucina.

 

 

Sono le 7.30.

-Violaaaaa?  Hai finito?-

mi risponde con un “arrivo” (ultimamente lo dice spesso, ma credo non sappia esattamente cosa significhi perchè non arriva mai e oltretutto, in questo caso specifico, non potrebbe nemmeno farlo, visto che è rinchiusa nel suo trip trap).

Fase sei: tocca a lei ora a farsi bella.

Fase sette: finalmente siamo pronte, Drugo (il suo doudou), una caramellina da tenere in mano (e che si mangierà in macchina) e via sulle note di zum zum zum zum zum zum zum zum zum (una canzone allegra di Mina che ci urliamo addosso).

Fase otto: un saluto alla Madonnina davanti al nido,  un bacio, due baci , tre baci e un a dopo amore mio, non fare i dispetti ai bambini-

 

 

8.15

 

 

Fase nove: mi concedo un caffè al bar, uno sguardo alla testata del corriere ed eccomi davanti all’ufficio, con i  canonici 15 minuti di anticipo.

 

E il pomeriggio?

Il pomeriggio tutto torna e si ripete al contrario, ma resta anche il tempo per fare delle simpaticissime collane con le cannucce colorate acquistate l’altro giorno all’IKEA.

Cosa serve?

cannucce, forbici, un cordoncino o quel che c’è, del feltro se volete.

 

Collane 10

 

Collane 11

Collane 14

Come si fa?

Direi che è piuttosto intuibile, giusto?

Si tagliano le cannucce e si infilano nel cordoncino.

Collane 13

 

Se si vuole mettere qualche decorazione di feltro, che so, un cerchiolino, un cuoricino, dei fiorellini di carta (uuuuu quante cose si possono mettere!), fate un buco e infilatelo come fosse un ciondolo.

A noi prepararle è piaciuto tantissimo e le abbiamo anche regalate a Nonna Costanza e alla Bisnonnina.

E, a proposito di nonna Costanza …. tanti auguri di un Buonissimo Compleanno!

 

collane 20

 Nonna Costanza qui sopra (vi ricordate la sua torta alla zucca? Come dite? Non avete la zucca? Usate le carote, ma una volta tritate, dategli una grigliatina – vi ho svelato un suo personalissimo consiglio)

 

Qui sotto invece la bis nonna con addosso una violetta birichina e una collana di cannucce!

Copia di foto-12

Collane 7

Collane 9

collane 2

collane 22

Collane 6collane 1

 

 

 

Però se va avanti così 
finisce che questa canzone 
diventa una tale ossessione 
e parlo soltanto facendo ogni tanto 
zum zum zum zum zum zum zum zum zum, 
Mina

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr

6 Comments

  1. Bello questo post!!! Intenso, vivace, forteee. Un abbraccio, Marisa

  2. Ciao!!!! Mi piacciono queste super collanine…e poi le idee così risolvono i pomeriggi….
    Un abbbbbraccio 🙂

  3. che bella idea>! cmq…complimenti che riesci a svegliarti così presto e fare così tante cose la mattina! per me la mattina è terribile…sveglia alle 7 meno un minuto ( dopo aver rimandato la sveglia per almeno 5 volte ogni cinque minuti)…giacca e fuori a dar da mangiare agli animali, lavata di faccia, un po di restauro facciale e alle 7.10 sveglia i bimbi con radio al palo ( altrimenti non si svegliano). a questo punto abbiamo 10 minuti per vestirci, lavarci e mangiare, poi tutti in macchina verso la città… per arrivare in ufficio con i miei 10 minuti di ritardo canonici 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*