Fin che ci sono le uova c’è speranza

Mio padre, ovunque si trovi, acquista ogni sorta di quotidiano ma prima di buttarli nel cesto della carta, si preoccupa di farmi il resoconto delle notizie, che, secondo lui, potrebbero interessarmi. E devo dire che ci azzecca sempre. Sembrerebbe così lontano da me. E invece, probabilmente, è più vicino di quel che mi appare.
Di cosa sto parlando? Ebbene, negli scorsi post, scrivevo di quanto la civiltà moderna stia cancellato dalla faccia della terra la cultura della terra, dell’orto, degli animali da cortile e quant’altro. Scrivevo di quanto questa corsa verso la metropoli popolata da replicanti, avrebbe sporcano i nostri sogni genuini e di quanto i nostri figli avrebbero dovuto accontentarsi di nutrire pesciolini rossi.
E dunque cosa mi ha fatto cambiare idea? Diciamo che l’idea non cambia ma la speranza che venga impedita, quella sì. Chi la impedisce sono i giovani convinti che la vita tra la natura sia l’unica cosa importante da salvaguardare. L’unica che possa garantire anche tutto il resto. Il male è stato fatto, ora, cerchiamo tutti insieme di limitare i danni. Mi ricordo gli innumerevoli film western che vedevo, dove una quantità smisurata di carovane piene di tutto, partivano al via di un colpo di fucile con un’unica idea in testa. Quella di piantare la bandierina nella terra, quella terra su cui piantare le radici. Noi avremo mai questo privilegio? Saremo in grado di sporcarci le mani? Rimarrà spazio sufficiente per tutti? Dovremo pensare di piantare la nostra bandierina sulla luna? Chissà. Quel che so è che più si va avanti e più si deve tornare indietro e allora perchè non cominciare a valutare progetti di “questa natura”:

CAGNOLINI e PESCI ROSSI? SUPERATI. OGGI VANNO DI MODA I POLLI A NOLO!
DOMANDE DA TUTTA ITALIA. NEL PACCHETTO PENNUTI E UOVA PER UN MESE.

Il progetto “Gallina in affitto”*, prevede il noleggio di una o più galline e di un minipollaio dalle dimensioni adeguate per un mese al prezzo di 70 euro: li si porta a casa e alla fine dei trenta, il cliente può decidere se rendere animali e attrezzatura oppure acquistarli al prezzo complessivo di 180 euro.
Per altre info vai qui

A proposito, mio padre ci ha ripensato in merito all’acquisto dei pulcini….
dice che la faina quest’anno non dovrebbe più tornare…. speriamo.

Vi lascio ma non prima di augurare a Costanza
tanti ma tanti ma tanti auguri per il suo compleanno!


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

3 Comments

  1. questo progetto non lo conosco.. ci sono poi dei progetti come questi: è possibile adottare un maiale, o una mucca presso le aziende ( anche se è una adozione macabra visto che alla fine te lo mandano a casa sotto forma di salsicce!)…addirittura puoi adottare un bosco o un uliveto…
    p.s. a proposito, abbiamo preso ieri 2 pesciolini rossi: Mazinger e Goldrake :))

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*