In una scatola di latta


“ABC ANIMALI” è un’applicazione ideata e sviluppata da Guido design per APPLE.

Quando ho letto nella descrizione che si basava sul metodo di Maria Montessori, mi ha subito incuriosito e l’ho voluta scaricare al prezzo contenuto di 0,79 euro.
Le schede sono ben fatte, i disegni dolci, lo stile e i colori ti riportano alle cose semplici dal gusto antico facendoti tornare bambina; peccato che, mentre scorrevo lentamente le lettere, il mio telefono si è messo a suonare catapultandomi nella realtà.

Più tardi, ho tratto la conclusione che le cose semplici si possono definire tali se riescono a mantenere la loro autenticità; e benchè io possa risultarvi contraddittoria, visto il mezzo di comunicazione che uso, rimango fedele alla realtà delle cose, alle cose che si possono toccare, girare, lanciare, fare a pezzettini, alle cose che si possono sporcare, annusare, a tutto ciò che si può conservare gelosamente in una scatola di latta. Un’applicazione non ci può stare lì dentro, almeno non ancora.

E nella scatola dei ricordi di Viola, forse ci sarà anche l’alfabeto degli animali che la sua mamma le aveva preparato con tanto amore ispirandosi a Guido Design.

Ho cominciato con la T di tartaruga, la C di coniglio e la G di gatto. E voi?
Lo facciamo insieme e vediamo chi finisce prima?


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr

2 Comments

  1. come le hai fatte bene! beh non mi resta che prendere esempio 🙂

  2. basta ricopiarle su un cartoncino, usare l’acquerello, definire i contorni con un pennarellino et voilà, il gioco è per tutti!
    Dai dai, falle anche tu! ciao ciao

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*