Nome scientifico: Ardea cinerea
Ordine: Ciconiiformes
Famiglia: Ardeidae

Sono anni che li vedo, per puro caso, quasi ogni giorno.
La loro livrea cenere (da qui il nome), li distingue dalle altre specie ma quando li scorgi nel fiume, tra le rocce si mimetizzano molto bene.
Questa zona ne è ricca.
Guardarli mi rilassa e mi rasserena.
E penso che se loro ci sono ancora, in fondo, Madre Natura ci vuole ancora bene.
Subito dopo, sul sentiero, vedo bottiglie, carte, mozziconi e vi risparmio il resto e a quel punto penso che è più probabile che il cenerino, abbia un forte spirito di adattamento e che sopravviva ai tempi moderni.

Ogni volta che ne scorgo uno, dalla finestra, nel fiume, su un albero, in volo, tento di fotografarlo ma poi, lui alza la testa, prende la rincorsa e con un passo un po’ sbilenco vola in alto e nonostante ci sia tutto il tempo di fotografarlo, io me lo guardo tutto e basta.

Tranne oggi, perchè, avevo solo una mano impegnata (avevo solo Otto) e quindi sono riuscita
a immortalarlo.

Se ne stava molto tranquillo su un albero, fiero e bello e quando mi sono avvicinata, ha fatto un balzo e ha preso il volo sulle vigne.
Bello bello bello !


per maggiori dettagli andate qui


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn