Se ogni uomo sulla terra, domani, tornasse a casa con una rosa rossa per la propria compagna, non sarebbe chiedere tanto. Costa poco tempo:il tempo di entrare da un fiorista e farsi dare una rosa al naturale, ossia rigorosamente senza fiocchi, fiocchetti, plastica fastidiosa e via discorrendo. Un lavoretto facile e rapido.
E in più, una rosa costa meno di un pacchetto di sigarette.

Ma io, in previsione delle 1000 scuse che racconterà, del tipo -ti giuro, lo volevo fare, me lo ripetevo dalla mattina, ma all’improvviso un elefante mi ha attraversato la strada e …-, ho preparato un personal. Una rosa rossa (fatta allo stesso modo di quella realizzata con il pannolenci) di stoffa con foglie verdi di feltro, da infilare in un vasetto di vetro.
E in più, un cuoricino di pannolenci rosso con buchino centrale a cui ho inserito lana cordata in tinta, che abbraccerà il tovagliolo bianco. E nascerà l’amore…. (tra il tovagliolo e il cuoricino).

Per fare che anche il tuo San Valentino sia speciale, prepara la tavola inserendo questi piccoli e semplici dettagli.

Buon lunedi!


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr