Questa è un piccolo scorcio di un ex fabbrica.
Ricordo che da piccola, quando con mia madre passavo di lì, la guardavo sgranando gli occhi.
Mi faceva una tal paura…
Immaginavo cosa poteva esserci lì dentro. Era già in disuso allora.
I piccioni che volavano su e giù dalle finestre, erano come corvi ai miei occhi.
Incubi e sogni di bambini.

Oggi invece la trovo bellissima, così misteriosamente affascinante, che ho voluto dedicargli la rubrica “la fotografia del mese”.

Anche i graffiti fanno la loro parte a renderla perfetta.

E un pensiero va a tutte quelle persone che lì dentro, trovano un riparo per la notte.
Gli auguro, comunque, una buona giornata.

Un saluto a tutti. A presto!


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr