Lattine personalizzate

3

 

Heilà! C’è nessuno sul pianeta Viola?Pianeta_viola

 

Il lavoro, come vi raccontavo è cominciato lunedi e sono contenta, considerato il momento, di averne uno e che pure mi piace.

Devo ancora organizzarmi un po’ con tutto, ma mi auguro che dalla prossima settimana il rodaggio abbia fatto il suo decorso.

Ma voi come state? Non mi raccontate mai niente, come mai? Eppure lo so che siete lì …. sono così spaventosa?

Vi comportate esattamente come Lui….. che sia davvero colpa mia? Mhà!

 

Comunque, tra un po’ di giorni arriva San Valentino ed io, che sono da anni più pratica che passionale, ho pensato a voi e a quale pensiero potreste fare ……

 

images

e me ne è venuto in mente uno economico e utile (e sai che novità!).

Avete in casa una lattina di fagiolini, di pisellini, di pelati o di mais pronti da mettere in tavola ?

Siete a cavallo! Avete il regalo gia nelle vostre mani!!!!!

cavallo_al_galoppo

 

COSA CI SERVE?

 

01

 

Per questa creazione è necessaria una lattina (lavata e vedi nota ai piedi del post *), della stoffa (avete dei jeans?), dell’ovatta (io ho usato pezzettini di tovagliolo di carta),una sagoma di cuoricino per tracciare la forma, delle forbici, del filo, un cordoncino, una spilletta, un ciondolino recuperato, uno spago (tipo quello che si usa per “ingessare i gambi dei fiori recisi …. terribile),un ago e della colla a caldo.

 

COME SI FA?

 

Credo non vi debba spiegare nulla, le fotografie dovrebbero dirvi tutto o quasi.

Ad ogni modo, dopo aver tracciato un cuoricino su un cartoncino e averlo ritagliato, lo andremo ad appoggiare sulla stoffa scelta (2 cuori, giusto?).

Nel primo caso, io ho usato del feltro bordò e una stoffa a quadretti recuperata da un canovaccio ormai in disuso.

Li ho uniti e cuciti, ma prima di sigillare il tutto, ci ho messo dei pezzetti di tovagliolo (se avete della gomma piuma o dell’ovatta è meglio).

A questo punto ho preso del filo di lana (lo so, nella foto dei materiali non si direbbe lana e in effetti non lo è, ho cambiato idea perchè non stava bene), e l’ho cucito dietro al cuore (che sia abbastanza lungo da fare almeno due giri intorno alla lattina) e sono andata a legare il mio cuore stretto stretto. Poi, a mio gusto ci ho messo una spilla e un ciondolo acciaio (spilla e ciondolo in tinta con lattina);

ed ecco qua:

2

3

 

 Variante:

con la stoffa jeans ho fatto la stessa cosa, ma ho cambiato il cordoncino.

Infatti, ho notato che nelle cuciture in fondo al jeans si può far passare del filo di ferro e a quel punto è facile farci qualsiasi cosa, anche un braccialetto da decorare.

In questo caso mi è servito per cucirci il cuoricino di jeans e girarlo intorno alla lattina a cui ho aggiunto un goccio di colla a caldo.

 

457

910Da mettere in ufficio, sulla scrivania di casa, in macchina di lei o lui con tanti cioccolatini dentro ….. ci vuole così poco per farci contenti!

*una cosa mi sono dimenticata, una volta lavata la lattina, usate un martello e andate a picchiettare sulla parte tagliente che c’è all’interno così da non farsi male….. pensate la scena di lei così felice di vedere quell’amore di creazione sul cruscotto della macchina ancor prima di aver aperto l’auto …. sospiri, sorrisi di approvazione e tenerezza, poi infila la mano nella lattina per godere fino in fondo di quel dono così perfetto  e ……

zacchete ….. colata di sangue sulla candida mano…… BUAAAAAAAA

chorona

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr

4 Comments

  1. non avrò il bimby….. ma ho un apriscatole fantastico di tupper… che si chiama manolo.. il nome è tutto dire….che apre i barattoli che diventino taglienti!!!

  2. manolo????? Lasciamo perdere! Ma non ho capito, cosa farebbe? toglie la parte tagliente nel senso che la va a premere? Che figata …. come dice Crozza ….

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*