Mamma accendiamo la radio?

 

 

Image

Ieri,  pensavo a quanto il solo suono di una voce calda,  mischiata ad una risata, faccia di un uomo “normale” un uomo estremamente interessante.

Una voce come quella di Matteo Caccia, ad esempio, mi manda in visibilio ….  ogni giorno,  alle 16:00 in punto, il mio dito indice , in completa autonomia, si fa forza sul bottone della mia autoradio e  TA DA ….

la sigla della sua trasmissione mi emoziona come quando aspetto che qualcuno stappi il tappo dal collo di una bottiglia di rosso e poi ecco la sua voce, una voce di quelle che sembra di conoscere da sempre, di quelle che se decidi di mentire al tuo cervello, si materializza sul sedile della tua auto, portandosi dietro un uomo in carne ed ossa che comincia a raccontarti storie.

Una voce come la sua ha la capacità di farmi venire voglia di leggerezza, di mani fredde da scaldare, di castagne da aprire e da mangiare, di emozioni giovani, di pace, di guance rosse.

Ero molto curiosa di dare un volto alla voce di Matteo Caccia, ma ho sempre voluto aspettare, per lasciare che la mia immaginazione rimanesse pura e libera per  vedere ancora ciò che voleva.

 

Perchè ascoltare impegna tutti i sensi, perchè ascoltare è meglio che guardare, perché limitarsi a guardare inganna le tue più vere esigenze e le tue reali emozioni.

Perchè una voce solitaria la ascolti, ma se questa voce ha un volto, si perde l’essenza.

 

-mamma?– una vocina amorevole e tenera mi fa ritornare in macchina

-che c’è Viola? Vuoi che alzo un po’ la radio?-

-mm- 

 

 

 

Fabio Tamburini

 

Viola mi ha fatto cadere un pensiero sulla testa; si dice spesso di abituare i bambini ad ascoltare e per questo motivo noi mamme leggiamo i libri ai nostri funghetti (proprio come capita di vedere nei film, a bordo letto), ma non mi sembra che esista  una trasmissione radiofonica dedicata proprio a loro.

E allora cara Radio 24, considerando la Vostra naturale predisposizione ad accontentare tutti, perché non investire anche sui bambini?

Già la mia immaginazione galoppa e vedo mia figlia Viola che gira la rotella su  RADIO 24  per non perdersi la sua trasmissione preferita.

 

E dunque, proprio perchè sono una donna che si lascia trasportare dall’immaginazione, faccio un appello al Direttore di RADIO 24, affinchè su questa mia umile idea ci faccia una piccola riflessione.

 

Ne risulterà che:

  • i bambini impareranno a guardare con le orecchie e a non farsi ingannare troppo dalle apparenze
  • i bambini crescendo continueranno ad accendere la radio e a sintonizzarsi su radio 24
  • le mamme vi saranno grate di essere stati i primi ad aver dato un’alternativa alla solita televisione

 

 

Qualche mamma in ascolto vuole associarsi ? Diamo voce alla nostra idea!

 

Grazie per l’attenzione e, se vi va, ecco Matteo Caccia…..

 

 

Curiosità: oggi, come 90 anni fa nascevano:

 

 

 

Arriverà la luce tanta luce 
Ma solo se saremo uniti da una voce 
Che grida il nome forte e chiaro 
Così lo sentirà anche chi è lontano 

Nesli – Voce

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr

2 Comments

  1. Ti mando una frase di Walt Disney, ma ne ha scritte anche altre belle.
    “Sogna la tua vita a colori, e’ il segreto della felicita’”

  2. grande idea!
    a Milano c’è una radio dedicata ai piccoli, ma non sono mai riuscita a sincronizzarmi…potrebbe essere un’idea di lavoro…sai che ti ci vedo a fare la dj alla radio24 kids!
    io ho delle grosse novità…la frase di Walt Disney è la voce del mio cuore…e a volte non importa quanto pazzi possono essere i nostri sogni…se ci crediamo veramente si avverano! per me sta accadendo…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*