C’era scritto così sulla porta di ingresso del condominio in cui viviamo ora.

In effetti dalle 09:00 della mattina si sentivano voci allegre  e musica etnica provenire dal secondo piano.


tra spighe e more

 

Ma io e Viola sabato dovevamo andare alla festa di fine NIDO e visto e considerato che come sapete mi hanno privato del senso dell’orientamento (vi ricordate che mi hanno rubato navigatore?), siamo partite di buon ora per raggiungere il paese di Provaglio di ISEO. Ci siamo perse, poi riperse e ancora riperse. Alla fine ho accostato un uomo che mi ha rassicurata dicendomi che tutti si perdono su quelle strade. Chissà, forse voleva essere solo gentile e si è offerto di accompagnarmi sul giusto percorso. E così è stato.

Le brave persone ci sono ancora.

Giunte a destinazione, Viola si è subito buttata nella mischia.

 

dosso badino

 

Prima del pranzo, (a proposito, vi consiglio di andarci in questo agriturismo Dosso Badino), con le titolari del posto, siamo state a visitare la fattoria.

 

agriturismo provaglio

La scena più bella è stata quando i bambini sono stati messi a cerchio con le manine piene di mangime per far mangiare a rotazione una capra (che sembrava telecomandata).

La capra ha cominciato a mangiare appena hanno aperto il cancello e quando Viola ha realizzato che prima o poi sarebbe arrivata anche da lei, ha lanciato in aria il mangime ed è corsa da me. Mi ha fatto morire dal ridere. Una scena troppo comica, di quelle che racconterò appena si farà grande. Grande, che brutta parola.

C di Cavallo è decisamente meglio.

 

c di cavallo

Poi è stata la volta dei cavalli, i quali,  stando dietro ad un recinto, davano a Viola più sicurezza e tranquillità.

V di vitellinomuu

Il maiale (o forse era una scrofa), era grosso e nero e a Viola, abituata con la Peppa rosa, non è piaciuto un gran che.

Un volta terminato il giro, ci siamo recati in una bella stanza su cui erano stati messi dei fogli bianchi che i bambini dovevano colorare con fango e fiori.

E così è stato.

Disegni con fango

Poi il pranzo e poco dopo è stato il momento più toccante, la consegna dei book dei bambini.

 

b di bookattivitàariabookcarnevalecompleanno

 

E voglio spendere una parola per ringraziare le adorabili maestre e la titolare del nido

Alice nel paese delle meraviglie”  (clicca sopra x vedere il nido)

che ci mancheranno  tanto.

 

Brave, brave e ancora brave.

Un’attività ricca quella dei bambini, all’insegna della scoperta,

della natura, della condivisione e della dolcezza.

Un nido che mi era stato consigliato a sua volta da un altro asilo nido di Brescia.

Lo consiglio vivamente e sinceramente a tutte le mamme.

 

E dopo essermi  concessa questa pausa di tenerezza e aver fatto scorrere un paio di lacrime o forse più, sopraggiunge Viola che mi dice:

 

mamma, voglio dormire

Il tempo di caricarla in auto e ronf ronf.

 

Una volta a casa, la musica della festa del secondo piano, riecheggiava in tutto il cortile perchè il volume si era fatto portentoso ma non mi dava fastidio, anzi mi dava l’impressione di essere in vacanza.

Me li immaginavo tutti chiusi nell’appartamento a danzare e cantare (stile matrimonio greco nel film il mio grasso grosso matrimonio greco) per far festa alla nuova arrivata la quale,  facendo i conti, non doveva avere più di 15 gg.

Come faceva a dormire con quel casino? Probabilmente la movida ce l’ha nel DNA.

Inutile dirvi che se m’avessero invitata ci sarei andata anche solo per vedere da vicino usi, costumi e osservare la felicità.

Ma non mi hanno invitata, difficile che si mischino con noi. Peccato.

Detto questo, io vi saluto e mi mangio un grappolo d’uva.

Baci

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn