Presenze autunnali

E’ inutile che facciate finta di niente, sono ovunque e se anche le calpestate distrattamente per allontanare l’idea che l’estate sta finendo, la loro naturale bellezza, prima o poi riuscirà ancora ad incantarvi.

 

Io amo l’autunno e se anche questo mi provoca malinconia, mi piace comunque.

Sono pronta a pagare il prezzo del malumore in cambio di un abbraccio autunnale, in cambio di tutti i  suoi colori verdi, delle sue macchie ambrate e al suo color granato sfacciato.

Amo l’autunno più di tutte le stagioni, quel passaggio intermedio che mi fa intravedere timidamente la pace delle serate invernali, lo scricchiolio della legna che arde , le risate familiari e il profumo sublime e profondo di un vino poderosamente rouge.

 

Ed è proprio alle foglie che dedico il post di oggi con un lavoretto semplice che mi riempirà la casa e le serate di presenze autunnali!

C  O S  A   S E R V E

 

  • foglie di vario tipo
  • colla da decoupage per isolare la foglia
  • pennellino piatto
  • cartoncino (non troppo leggero e neanche troppo pesante)
  • vernice lucida da decoupage (o quel che volete, opaca, flatting etc)
  • forbici
  • piccolissime mollettine di legno per appenderle dove capita

 

P R O C E D I M E N T O

 

Come vi dicevo, raccogliete le foglie più belle, quelle meno rovinate, quelle che vi piacciono di più, mettetele per un paio di giorni tra le pagine di un librone; trascorsi quei giorni, potremo ricoprirle di colla davanti e dietro.

Io ho usato la colla da decoupage, facile da stendere con un pennello. Ho dato una mano e ho lasciato asciugare, ho girato la foglia, ho dato un’altra mano e ho lasciato asciugare; così per un paio di volte.

Dopo di che, con colla stick (quella da decoupage in questo caso non attacca alla carta),  ho incollato “le foglie a dei fogli” di carta riciclata (da blocco, ma potete usare qualsiasi cosa, forse anche un cartoncino più resistente di quello che ho scelto io); una volta compiuto questo passaggio, date una mano di vernice lucida, lasciate asciugare e tagliate la vostra foglia.

Io ho lasciato volutamente il bordo della carta a vista ma se lo preferite potete stare a filo della foglia.

Ora che avete reso cristallina ma palpabile la vostra foglia, potete decidere di darle diverse collocazioni:

  1. su un tovagliolo per segnare il posto (servitevi della mollettina)
  2. come segnalibro (volendo potreste fare altre decorazioni, tipo azzardare un buchino ad una delle due estremità e infilarci un cordoncino con un corallino)
  3. per decorare un ramo che avete in casa, una vetrina
  4. per creare una ghirlanda da appendere da una parte all’altra della finestra, su un camino etc.
  5. da appendere a un pacchetto regalo (che vi consiglio di confezionare con la carta da pacchi e la corda)
  6. per riempire quella famosa cornice che avete acquistato
  7. e chi più ne ha più ne metta! mandatemi le vostre idee alternative

 

Non vi resta che raccogliere proprio quella foglia lì, quella che avete sicuramente sotto il naso e che fate finta di non vedere.

Buona raccolta a tutti e buon felicissimo godereccio fine settimana!

EV

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

2 Comments

  1. Bellissime idee, anche per chi, come me, certi pomeriggi deve trovare qualcosa da fare insieme ad una bambina di 8 anni… Intanto andare a raccogliere le foglie è già un meraviglioso passatempo, poi l’idea di farne ghirlande e segnaposto è davvero fantastica!

    • Con i bambini in effetti, c’e’sempre da inventarsi
      di tutto e chissa’che anche loro, si emozionino nel raccoglierle! Buon sabato e urlami un saluto dalla scogliera!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*