Se volete notizie in merito al Prof. Monti cliccate qui.
Ma ecco di seguito, uno stralcio delle parole dell’esemplare Roberto Benigni tenuto al Parlamento Europeo a Bruxelles; per fortuna esistono i comici intellettuali che con la parodia riescono a mandare un messaggio all’estero, sì perchè è bene che qualcuno faccia presente che l’ I T A L I A è un paese da stimare e rispettare e che quindi si volti pagina (anche se io avrei idee un po’ più radicali).
Comunque, staremo a vedere, anche questa volta.Intanto sentite qua l’introduzione di Benigni.

‘Non vedo il presidente del Consiglio qui, mi aspettavo che ci fosse”, ”e’ successo qualcosa?
L’ultima cosa che avevo sentito quando sono partito per venire qui e’ che c’era la maggioranza…”.
”Siamo senza governo, modello belga”.
Sono alcune delle battute di Roberto Benigni nell’introduzione della sua Lectura Dantis per il 150esimo d’Italia nella plenaria del Parlamento europeo a Bruxelles”.
L”Italia e’ il paese della resurrezione’‘, ha detto Roberto Benigni al Parlamento europeo.


Cose fatte da noi ITALIANI
(grazie a “piccola0”)

-Arco a tutto sesto (Antica Roma)
-Acquedotto rialzato per lunghe distanze (Antica Roma)
-Chiodi in metallo (Antica Roma)
-Campana (V secolo San Paolino)
-Anestesia (1200 Ugo da Lucca)
-Ambulanza [a cavalli] (1244 Arciconfraternita della Misericordia di Firenze)
-Cartiera di tipo moderno per grandi quantitativi (1268 a Fabriano)
-Occhiali (1300 circa)
-Bussola (1300 circa, Amalfi forse su suggerimento precedenti orientali)
-Carro Snodabile (1300 francesco Carraio)
-Caminetto (1347 a Venezia)
-Prospettiva scientifica (‘400 Filippo Brunelleschi- Leon Battista Alberti)
-Cambiale (1400 Francesco di Marco Datini)
-Orologio a molla (1410 Filippo Brunelleschi)
-Camera oscura [parte essenziale delle macchine fotografiche] (1450 Leon Battista Alberti)
-Banca (1462)
-Formula risolutiva equazioni terzo grado (1543 Ludovico Ferrari)
-Lotteria (1576 Benedetto Gentile)
-Giornale (1563 a Venezia)
-Cannocchiale (1609 Galileo Galilei)
-Barometro (1643 Evangelista Torricelli)
-Caffettiera Napoletana (1691 a Napoli)
-Pila Elettrochimica (1799 Alessandro Volta).
-Carta Carbone (1806 Pellegrino Turri)
-Macchina da scrivere (1808 Pellegrino Turri)
-Orologio elettrico (1831 Giuseppe Zamboni)
-Telefono (1844 Innocenzo Manzetti, 1871 Antonio Meucci)
-Motore Pneumatico[come parte di un automa] (1849 Innocenzo Manzetti)
-Motore a scoppio (1853 Eugenio Barsanti e Felice Matteucci)
-Cappelli in feltro da uomo (Giuseppe Borsalino 1857)
-Sismografo (1857 Luigi Palmieri)
-Macchina per fare la pasta in casa (1857 Innocenzo Manzetti)
-Dinamo [che, mossa dalle fonti di energia, produce la quasi totalità dell’elettricità del mondo] (1860 Antonio Pacinotti).
-Scala Mercalli (1860 Mercalli)
-Fax [pantelegrafo] (1861 Giovanni Caselli)
-Autovettura a vapore stradale (1864 Innocenzo Manzetti)
-Carburatore (1876 Luigi De Cristoforis)
-Lampadina elettrica (1881 Alessandro Cruto)
-Cavo elettrico (1884 Giuseppe Pirelli)
-Motore Elettrico (1885 Galileo Ferraris)
-Radio (1895 Guglielmo Marconi, insieme allo spagnolo Julio Cevera su gentile segnalazione).
-Aliscafo (Primi ‘900 Enrico Forlanini)
-Caffè espresso (1901 Luigi Bezzera)
-Cono gelato (1903 Italo Marchionni)
-Radar (1922 G. Marconi, 1936 prof. Tiberio)
-Autostrada (1925 Milano-Laghi)
-Elicottero (1930 Corradino d’Ascanio)
-Caffettiera Moka (1933 Antonio Bialetti)
-Elica a passo variabile (anni ’30-’40 Corradino d’Ascanio)
-Pila atomica (1942 Enrico Fermi)
-Scooter civile [Vespa] (1946 Corradino d’Ascanio)
-Microchip (anni ’60 Federico Faggin)
-Plastica per gli oggetti comunemente usati (anni ’60 Giulio Natta)
-Moneta bimetallica [e antifalsificazione] (1982 Zecca di Stato)
13 febbraio 2010
Mi è stata segnalata oggi un’invenzione italiana che mi era sfuggita, la aggiungo qui sotto.
Pistola a tamburo (1833 Francesco Antonio Broccu),
aggiungo inoltre un’altra utile invenzione italaina:
Autovelox (Brevettato a Firenze negli anni ’60)
13 marzo 2010
Mi è stata segalata un’altra invenzione nell’ultimo commento, questa:
Giunto Cardanico (1545 Gerolamo Cardano)
Mi sono state segnalate altre due importanti invenzioni quasi sconosciute ma importantissime, le aggiungo qua sotto:
Kinetografo (cinepresa-proiettore)[macchina per ripresa e proiezione di immagini in movimento inventata un anno prima di quella dei Lumière, ma per una svista brevettata l’anno dopo.] (1894, Filoteo Albertini)
Programma 101 o Perottina (Personal Computer)[considerato il vero primo personal computer alla portata di tutti, programmabile ecc. per ufficio.] (1962 Pier Giorgio Perotto)
Mi hanno segnalato un’altra grande invenzione italiana che aggiungo subito:
Cambio per bicicletta (1935 Tullio Campagnolo)
Nitroglicerina (1847 Ascanio Sobrero)

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn