Oggi sole, domani neve, dopodomani chissà.
Ma quel che è certo è che martedì è San Valentino. Ce lo stanno comunicando da tanto e, anche se questa ricorrenza ti lascia totalmente indifferente, è difficile non avvertirla; proprio come quando si alza il naso al cielo, si annusa l’aria e si dice “c’è aria di neve”.

E l’amore, quando arriva lo percepisci sulla pelle, senti che il cuore galoppa, lo brami. E’ un po’ come quando, dentro casa, al calduccio, osservi la neve dalla finestra e dentro di te, sai che provocherà disagi, sai che sarà difficile conviverci e che probabilmente si scioglierà, lasciando solo tracce di essa sui bordi delle strade, ma vuoi uscire, vuoi avventurarti. Vuoi infilare i tuoi vecchi mombut, calpestare la neve soffice e buttartici con la stessa spensieratezza e spregiudicatezza di un bambino.
E dunque, c’è chi s’arrischia e si butta, e c’è chi, probabilmente, desidererebbe farlo ma che per non compromettere il proprio rigore, rimane lì, dietro la finestra e si limita ad osservare.
Spesso ci si nasconde dietro le formalità, non si osa fare cose diverse dal nostro consueto per il timore di indebolire la nostra immagine. Ma quello spiritello che è dentro di noi vogliamo liberarlo una volta per tutte? Io sono stanca di avere incertezze. Mi voglio tuffare, voglio rotolare e perchè no, fare un pupazzo di neve (in questo caso mi porto anche Viola).

E Voi, venite a ruzzolare sulla neve?
E mi porto pure il sacco dell’immondizia!

and so???

Rouge comme l’amour è il cuore che ho fatto per me e per voi.

Cosa serve?
ho tagliuzzato un vecchio vestito di cotone e ne ho ricavato dei quadrati di varie dimensione ma tutte più o meno quadrate. Molto carino è l’effetto sfilacchiante ma dipende dal tipi di tessuto che andrete a usare.

Del feltro panna o bianco o, se avete un panno morbido ma non rigido come il feltro, preparate anche un cartoncino (ho tagliato la scatola di un giocattolo di Viola);
forbici
colla a caldo o ago e filo
pinzatrice
nastro per appendere il nostro cuore


Procedimento

Prendiamo il feltro o il cartoncino e disegnamo un cuore;

ritagliamolo;
se non usate il feltro ma un altro tipo di panno morbido come per il caso mio, tracciate un cuore su di esso e tagliate pure quello; incollatelo con la colla a caldo ma ricordate di fare un buco e di far passare subito un nastrino o un nastro grande.

Prendiamo i pezzetti di quadratini rossi e strizziamoli in questo modo:

Fase successiva:
se siete molto brave, usate ago e filo e stringete l’estremità di ogni fiore,

diversamente, usate la pinzatrice così:

Creiamone tanti, di varie misure e, anche in questo caso scegliete voi, o usate ago e filo e li puntate o usate la colla a caldo. Quando usate la pinzatrice ma anche l’ago e il filo per stringere le estremità, vi consiglio di tagliare il fondo. Diversamente non riuscirete molto bene a incollare la base del mazzolino.

Armiamoci di un po’ di pazienza e via con il riempimento!

Io mi sto divertendo e voi?


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr