Sulle tracce dei Bouganville

 

 

Ciao dolcezze!

Dovete sapere che i tovaglioli mi hanno completamente rapita, al punto tale che ogni volta che mi soffermo ad osservare qualcosa, la mia mente fluttua a destra e sinistra in cerca di un modo per trasformarla con  l’ausilio di questi coloratissimi tovaglioli…

 

Un po’ come quella volta che davanti allo specchio, mi è scivolata dalle mani la mia trusse di ombretti  sul lavandino bianco;

dapprima ho imprecato ma successivamente mi sono aggrappata al pensiero  “modifica e cancella”….. pronunciandolo come fosse un incantesimo….

Ma non è accaduto nulla, i colori sparpagliati non sono rientrati nei loro piccoli scomparti ma sono rimasti lì, inermi.

E dunque? Per ora, digiuno assoluto da world ma per i tovaglioli, direi che non sono ancora a questi livelli…. forse…

…. ne avrò comprati troppi?

 

Ebbene quest’oggi, ho preparato un fiore fresco fresco, estivo estivo.

Si tratta dei bouganville, fiori che fanno da cornice alle mie estati.

 

Ecco l’occorrente:

 

  • tovaglioli rosa e uno giallo
  • colla stick e colla a caldo
  • filo verde modellabile
  • forbici

Procediamo

Cominciamo con l’aprire il tovagliolo e con il ritagliare dei quadratini (NB i miei tovagliolo hanno due veli e sono l’ideale)

Vi consiglio di aprire fin da subito gli angoli, così da fare meno fatica dopo (*).

Procediamo ora con i fiorellini centrali prendendo un piccolo pezzetto di tovagliolo giallo (solo una velina).

 

Ci inumidiamo leggermente le dita e formiamo delle piccole palline (non necessariamente devono essere uguali);

 

 

Poi prendiamo i quadratini rosa e con la forbice facciamo dei tagli così:

 

Ora incolliamo con la colla stick i fiorellini gialli.

 

Così:

 

Quindi prendiamo il nostro fiore e lo strizziamo. Ci sarà senz’altro della colla sparsa quà e là precedentemente usata per incollare i fiorellini gialli e dunque sarà facile che anche i petali rosa rimangano un po’ appiccicati.

Meglio così.

 

Ora apriamo i petali (*), se non l’avete fatto prima;

così:

Prendiamo ora il filo e andiamo a incollare con la colla a caldo il nostro bouganville;

se volete, potete tagliare anche delle foglioline e metterle sotto;

 

Ed ecco alcuni impieghi:

 

 

E se, tra un bouganville e l’altro, il palato dovesse improvvisamente pregarvi di ascoltarlo, anche a notte fonda, io conosco un posticino profumatissimo e golosissimo…..

che ha il sapore fragrante di pane fresco, croissant da emergenza acquolina e pizze dall’impasto magico, che saziano ad ogni ora del giorno e della notte continua

 

Dunque, se siete in zona Bergamo città, passate assolutamente di quà !

 

 

E se non dovesse bastarvi, a fianco,

troverete un altro posticino, di quelli che piacciono tanto a me….. caldo caldo!

 

Sto parlando del Bouganvillea Cafè:

e Maurizio, il titolare, ti farà un caffè, a dir poco, eccezionale!

 

 

 

 

 

Per oggi è tutto,

vi saluto e mi auguro di rivedervi domani!

a presto!

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

2 Comments

  1. Io le adoro…peccato che da noi non reggono l’ inverno…

    • infatti! Mia sorella invece, non so come diavolo fa, ma ne ha uno che le fiorisce e cresce ogni anno….
      per me, quando comincia a vedere una fogliolina che non va proprio come deve andare fa “il modifica cancella” e chissà, magari fa pure il copia e incolla! Buon giovedi tesorini belli. Ma è tornata la piccina?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*